Latina, uomo armato di coltello e bastone entra al pronto soccorso e crea il panico VIDEO

morphe 728

Nella serata di ieri, un equipaggio della Squadra Volante, si portava nei pressi del locale Pronto Soccorso dell’ospedale S.M. Goretti per una segnalazione di un uomo armato di coltello che stava minacciando di morte gli operatori sanitari.

Gli agenti giunti sul posto notavano l’uomo, segnalato dai sanitari fortemente agitato; poiché lo stesso poteva occultare indosso armi, gli operatori procedevano a bloccare lo stesso e a sottoporlo a perquisizione personale che dava esito positivo in quanto infilato nella parte posteriore dei jeans da lui indossati veniva rinvenuto e sequestrato un coltello da cacciatore; in sede di denuncia gli operatori sanitari riferivano che, a seguito di segnalazione giunta al 118 erano intervenuti in via Terzariol per soccorrere una donna per presunta intossicazione da farmaci.

Una volta giunti sul posto, gli operatori notavano una donna distesa in posizione supina sul divano in stato confusionale, e l’uomo che con fare minaccioso gli intimava con un coltello in pugno “SBRIGATEVI ALTRIMENTI VI SPACCO LA TESTA; HO GIA FATTO CARCERE NON HO PAURA DELLA POLIZIA”; i sanitari, nonostante le difficoltà e l’atteggiamento minaccioso dell’uomo, dopo aver prestato le prime cure alla donna ritenevano opportuno trasportare la stessa presso il pronto soccorso; in quel frangente l’uomo , brandendo il coltello, nonostante fosse stato invitato a raggiungere il locale nosocomio con mezzo proprio, minacciava gli operatori e saliva con forza nel vano sanitario del mezzo di soccorso; durante il tragitto continuava con il suo atteggiamento aggressivo e minaccioso con frasi testuali “SBRIGATEVI, ANCORA NON ARRIVIAMO IN OSPEDALE?, NON HO PAURA ; PRENDO IL COLTELLO E VI COSTRINGO A FARE IL VOSTRO LAVORO”; giunti al Pronto soccorso, gli operatori contattavano il 113 per richiedere intervento della Polizia.

La persona fermata, identificata per SALAORNO Mauro, italiano del 73, pregiudicato, veniva tratto in arresto per il reato di MINACCE AGGRAVATE A PUBBLICO UFFICIALE e porto di oggetti atti all’offesa veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del rito per direttissima, cosi come disposto dal P.M. di turno, dott.ssa MILIANO.

morphe 728

Rispondi a

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.