Cimitero e tasse alte, chiesto incontro urgente al sindaco di Latina

240

Il Direttore provinciale di Contribuenti Italiani Antonio Bottoni questa mattina ha consegnato al Comune una lettera indirizzata al Sindaco di Latina Damiano Coletta, con la quale, “dopo aver ricordato che con una nota del 3 novembre scorso l’Associazione ebbe a rilevare come dai servizi pubblici di cui il Comune di Latina ha affidato la gestione a soggetti diversi (trasporto pubblico locale, raccolta e smaltimento rifiuti), provengano sorprese di carattere economico molto sgradevoli per i cittadini, ha rappresentato che a ciò ora si è aggiunto il tema della gestione del cimitero comunale e, come se ciò non bastasse, anche l’Assessore Buttarelli ci ha messo del suo con improvvide dichiarazioni” che, a parere di Bottoni, “violerebbero sia la vigente normativa che anche le pronunce giurisprudenziali in tema di durata delle concessioni cimiteriali”.

Peraltro, con la lettera dello scorso mese di novembre, l’Associazione aveva fatto rilevare che il servizio cimiteriale di Latina è sprovvisto di carta dei servizi, da redigere, come chiaramente dispone la Legge 244/2007, in accordo con le Associazioni imprenditoriali interessate e con le Associazioni di tutela dei Consumatori (quindi tuttora in chiara violazione del disposto normativo), ed aveva proposto al Sindaco Coletta l’istituzione di “una Commissione composta da soggetti esterni e di comprovata capacità ed indipendenza, con il compito: a) di fare luce sull’intera questione e di individuare le eventuali responsabilità oggettive e soggettive, non escludendo alcuno dei soggetti coinvolti, anche se fossero coloro che hanno gestito provvisoriamente l’Ente tra una elezione e l’altra; b) che ne riferiscano ai cittadini, in quanto soggetti sui quali gli effetti dell’affidamento ricadono ed, in caso di accertate responsabilità c) ne pongano a conoscenza la locale Procura della Repubblica e/o la Corte dei Conti.”. Tuttavia, su tutto ciò Bottoni ha fatto notare al Sindaco di registrare il più assoluto silenzio.

Infatti, la lettera in argomento non ha avuto alcun riscontro da parte dell’Ente che Coletta è stato chiamato dai cittadini a rappresentare e che l’Associazione continua a ritenere non solo obbligatorio, ma anche di buon gusto da parte del Sindaco, nel rispetto, almeno, dei reciproci ruoli. Ciononostante, nell’interesse dell’intera cittadinanza, Bottoni auspica oltre ad una celere convocazione delle parti interessate per la redazione di una “Carta dei servizi” che sia rispettosa del dettato normativo e chiede una presa di posizione tempestiva, chiara e decisa dell’Amministrazione comunale, sull’intera questione del cimitero di Latina ed, in particolare, sul più recente tema della durata delle concessioni e del problema recentemente posto dal gestore alla cittadinanza interessata, delle estumulazioni o delle riesumazioni, secondo il comunicato esposto all’ingresso del cimitero. Lazio Tv

Rispondi a

Please enter your comment!
Please enter your name here