Bancarotta fraudolenta, sequestrati a Latina due milioni e mezzo di euro

2739

Bancarotta fraudolenta, sequestrati dalla Guardia di Finanza due milioni e mezzo di euro. A finire nel mirino delle Fiamme Gialle tre società con sede a Latina, Sabaudia e Sermoneta.

Ad eseguire il sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Latina Giuseppe Cario a seguito di richiesta del Sostituto Procuratore Luigia Spinelli sono stati i militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Latina, diretti dal Colonnello Michele Bosco. Stando agli accertamenti le tre società in questione erano state costituite al solo scopo di favorire l’attività distrattiva di altre due società, già con sede a Latina e Sermoneta ed operanti in particolare nella produzione di interni per mezzi di trasporto, dichiarate fallite nel 2015 dal Tribunale di Latina e che si erano già preventivamente spogliate in modo fraudolento di tutti i beni prima del fallimento stesso. Una delle società poste sotto sequestro ha come oggetto sociale la compravendita e locazione di beni immobili propri, mentre le altre sono attive rispettivamente nel campo della produzione e lavorazione di arredi per interni di mezzi di trasporto e nell’attività delle holding impegnate nelle attività gestionali. Il sequestro ha interessato altresì i saldi attivi presenti sui conti correnti bancari delle medesime società e delle 7 persone fisiche indagate a vario titolo nelle bancarotte, per un ammontare di oltre 2 milioni e 400 mila euro. Contestualmente il magistrato titolare delle indagini ha disposto il sequestro della documentazione contabile delle tre società beneficiarie, nominando un custode giudiziario per le quote di capitale poste sotto sequestro. L’ attività si inserisce all’interno dei più ampi compiti della Guardia di Finanza tesi a ristabilire gli equilibri di mercato a contrasto di qualsivoglia forma di criminalità economica-finanziaria. Lazio Tv

Rispondi a

Please enter your comment!
Please enter your name here